seguici su: Facebook Twitter RSS
Sabato, 4 Febbraio 2023 ore
17-09-2022 15:58 REGGINA - CITTADELLA 3-0: la qualità di Menez fa la differenza
REGGINA - CITTADELLA 3-0: la qualità di Menez fa la differenza

Reggina (4-3-3): Colombi; Pierozzi, Cionek, Gagliolo, Di Chiara; Fabbian, Crisetig, Majer; Canotto, Ménez, Rivas. In panchina: Ravaglia, Bouah, Camporese, Giraudo, Liotti, Loiacono, Hernani, Lombardi, Cicerelli, Gori, Ricci, Santander. Allenatore: Filippo Inzaghi.

Cittadella (4-3-1-2): Kastrati, Cassandro, Del Fabro, Frare, Donnarumma; Carriero, Pavan, Branca; Antonucci; Asencio, Baldini. In panchina: Maniero, Manfrin, Visentin, Perticone, Felicioli, Mattioli, Vita, Varela, Mazzocco, Tounkara, Beretta, Magrassi. Allenatore: Edoardo Gorini.

Arbitro: Lorenza Maggioni di Lecc. Assistenti: Michele Lombardi di Brescia e Giuseppe Marco Macaddino di Pesaro. 

IV ufficiale: Matteo Centi di Terni. 

VAR: Livio Marinelli di Tivoli. A-VAR: Orlando Pagnotta di Nocera Inferiore.


Marcature: 22’ Gagliolo; 58’ Fabbian; 88' Gori

Ammonizioni: 15’ Fabbian; 21’ Donnarumma; 49’ Carriero; 54’ Crisetig; 85’ Tounkara; 85’ Gagliolo;

Espulsioni:


 

Cronaca:

Momento positivo per entrambe le compagini impegnate al Granillo quest’oggi: archiviate le pratiche Pisa e Frosinone col minimo scarto, proveranno entrambe a prendersi l’intera posta in palio, alimentando gli obiettivi play-off promozione. Mister Inzaghi conferma la stessa formazione delle ultime uscite, ritorna Cionek dopo la squalifica, inamovibile Menez dalla posizione di falso 9, ai suoi lati Rivas e Canotto. Il Cittadella decide di infastidire la manovra amaranto schierando Antonucci in posizione di trequartista centrale, Asencio e Baldini chiudono il terzetto offensivo.


 

Primo Tempo:

Partenza intensa ed aggressiva per entrambe, il gioco si interrompe al secondo minuto per un fallo in favore del Cittadella. L’atteggiamento delle squadre in campo fa capire che la sfida sarà senza esclusione di colpi. Duettano sulla sinistra Rivas e Menez, dopo una serie interminabile di tocchi arriva il cross dell’honduregno verso Canotto, l’ex Frosinone tenta l’appoggio al limite per Majer, ma la misura è sbagliata e la difesa ospite allontana la sfera. La prima occasione arriva al 12esimo minuto, angolo dalla destra, stacca imperioso Gagliolo al centro dell’area, pallone sopra la traversa, si riparte con la rimessa di Kastrati. Primo ammonito della gara Fabbian, gomitata involontaria in protezione palla, forse un po' severo. Punizione dalla destra, affidata a Majer, ancora una volta Gagliolo in terzo tempo perfetto incorna la sfera, stavolta indirizzandola nell’angolo lontano, Kastrati non può nulla, vantaggio amaranto al 22esimo. Risponde il Cittadella con Asencio, inserimento perfetto al centro dell’area, viene servito magistralmente dalla sinistra, il suo tocco anticipa tutti e solo grazie al disturbo di Di Chiara non riesce a metterci l’accuratezza necessaria per centrare la porta. Prova a sprintare Rivas dopo un momento di annullamento reciproco, Del Fabro non lo molla e riesce a limitare la sua conclusione. Si fa rivedere il Cittadella dalle parti di Colombi, Asencio è però servito senza la giusta misura, la difesa chiude senza particolari difficoltà. E’ invece sempre molto pericolosa la squadra di Inzaghi quando offende centralmente, Menez gestisce il pallone e serve Canotto, duello vinto con Donnarumma grazie ad un rimpallo, la sfera viene calciata bassa ed al centro, deve impegnarsi Kastrati nella chiusura di piede. Pierozzi perde ingenuamente un pallone nella sua trequarti, Branca è bravo nel recupero, traversone verso Asencio a centro area, la sfera lo supera per questione di centimetri, brivido per la Reggina al 41esimo. Lampo amaranto, Di Chiara serve Menez, tacco sublime verso Rivas, che fornisce l’assist per il solito inserimento di Fabbian, la conclusione è centrale ma era tutto fermo per fuorigioco. Saranno 3 i minuti di recupero nella prima frazione di gara. Al secondo minuto di recupero, ancora difficoltà per la retroguardia ospite, cross troppo lungo per Fabbian lasciato solo dentro l’area. Sul ribaltamento di fronte Asencio pesca Branca lasciato solo sulla sinistra, il tiro volante della mezz’ala viene respinto da un ottimo intervento di Colombi, si salvano gli amaranto e l’arbitro fischia la fine del primo tempo.


Secondo Tempo

Si riparte inizialmente con le stesse formazioni viste nel primo tempo ma dopo un minuto il Cittadella decide la doppia sostituzione: Pavan e Baldini lasciano il posto a Varela e Tounkara. Subito pericolosa la Reggina, affonda Rivas sulla sinistra e trova col suo cross un Canotto ben posizionato, occasione ghiotta che però non viene sfruttata, in ogni caso viene anche segnalato fuorigioco. Punizione al 53esimo in favore del Cittadella, il traversone spiove verso il centro dove Del Fabro si ritaglia lo spazio per lo stacco, blocca in tuffo Colombi ma la distrazione poteva costare caro. Il neo-entrato Varela resiste alla carica di Pierozzi e serve un assist delizioso tagliando diagonalmente il campo, Asencio sbaglia lo stop permettendo alla difesa di riposizionarsi e respingere la minaccia, in ogni caso da rilevare un sospetto fuorigioco. Altra sostituzione per il Cittadella, Vita al posto di Carriero. Menez scatta verso il fondo, sfida il diretto avversario, lo ubriaca con una giocata delle sue, assist per il canonico inserimento di Fabbian che la insacca, è tutto fermo però per i controlli VAR. Dopo circa 90 secondi arriva il verdetto, il goal è regolare, 2-0 confermato al 58’ minuto. Arriva ancora la risposta del Cittadella, Asencio si muove coi tempi giusti dentro l’area, cross indirizzato verso di lui, ma un sontuoso Di Chiara si oppone in spaccata, evitando di fatto che l’attaccante avversario possa calciare a colpo sicuro. Arrivano anche i cambi di Inzaghi: esordio di Hernani per Crisetig ed a Liotti lascerà il posto Fabbian. Si sente il peso di Hernani in campo, la sua azione inizia col recupero del pallone fino all’assist di testa per Rivas, l’honduregno tenta la conclusione volante ma liscia la sfera, brivido per il Cittadella. Arrivano altri cambi amaranto, Gori e Cicerelli prendono il posto di Menez e Canotto. Si distrae la difesa della Reggina, Asencio riceve al limite dell’area, semi-rovesciata per servire Tounkara in profondità, lo spagnolo calcia di prima intenzione e colpisce la traversa a Colombi battuto, si riparte con la rimessa dal fondo. Si gioca l’ultima carta il Cittadella per cercare di rimontare, Beretta al posto di Antonucci al minuto 77. Scintille tra Gagliolo e Tounkara, vengono ammoniti entrambi. Il Cittadella prova ad accorciare da corner, confusione in area, la sfera viene calciata il più lontano possibile. Arriva anche il terzo goal della Reggina all’88’, Hernani allarga per Pierozzi in proiezione offensiva, assist al bacio verso Gori, appostato sul secondo palo, tocco della punta di proprietà della Fiorentina e partita chiusa. Dopo 6 minuti di recupero, ove non accade nulla di rilevante, l’arbitro pone fine alla contesa, Reggina 3 Cittadella 0.


La Reggina grazie a questa vittoria riaggancia il Brescia in vetta alla classifica. I soli 2 goal subiti in 6 partite testimoniano il pregevole lavoro svolto sin qui da mister Inzaghi, l’organizzazione e l’ordine sono la vera forza di questa squadra.


 

Antonio Agostino

Condividi su Condividi http://www.radiogammanostop.it/News/primo-piano/37090/reggina-cittadella-30-la-qualita-di-menez-fa-la-differenza su Facebook Condividi http://www.radiogammanostop.it/News/primo-piano/37090/reggina-cittadella-30-la-qualita-di-menez-fa-la-differenza su Twitter
Diretta Radio
Infoitalia Servizi
Croce Italiana
contattaci per questo spazio 0965.812883
Radio Gamma
Spacca Napoli
Music City On Air
News