seguici su: Facebook Twitter RSS
Giovedi, 3 Dicembre 2020 ore
20-10-2020 13:59 MSI-FT, nei mercatini settimanali presenti con la "Bancarella Sociale"

“Ricordate la vicenda di quel nostro concittadino di Borgia - lo chiameremo solo Giovanni per rispettare la sua privacy - ……..” così iniziava l’ultima nota della Segreteria Provinciale del Movimento Sociale Italiano-Fiamma Tricolore dedicata, appunto, alla vicenda di Giovanni che, a causa di una serie di vicende sfortunate era rimasto senza casa e senza lavoro e cui i nostri militanti si sono prodigati per far avere una casa dignitosa e qualche lavoretto, purtroppo molto precario, affinché potesse provvedere almeno a soddisfare i bisogni primari che dovrebbero essere garantiti ad ogni Cittadino, che ha visto recentemente concludersi positivamente anche la vicenda relativa al rilascio dei documenti di identità che lo ha finalmente “riportato in vita” per lo Stato e per le Istituzioni locali ed in attesa che gli venga finalmente e giustamente assegnata l’agognata “casa popolare”.

Oggi siamo, purtroppo costretti ad occuparci di un’altra vicenda relativa ad uno sfortunato cittadino borgese che, dopo una vita dedicata al lavoro, a causa delle sue condizione di salute si trova a “scontrarsi” con una burocrazia ottusa che rischia di comprometterne definitivamente la residua vivibilità. Massimo è un invalido civile che vive da qualche anno in una casa popolare di cui si è sempre preso cura finchè le forze e le possibilità economiche glielo hanno permesso. Oggi, a causa dell’aggravarsi della malattia invalidante che lo ha colpito e soprattutto delle costose cure che deve sostenere a causa di questa grave patologia respiratoria – che tra l’altro ne limita fortemente la deambulazione, possibile solo se supportata da una carrozzella per disabili – ciò non gli risulta più possibile e se a tutto questo si aggiunge il fatto che l’appartamento in cui vive attualmente – nelle condizioni di fatiscenza che le foto allegate descrivono a malapena - è posto al terzo piano di uno stabile privo di ascensore, si può ben comprendere quanto sia urgente e necessario che Massimo sia messo in condizione di trasferirsi in altro alloggio libero - e ne esistono diversi, anche posti al pianterreno che sarebbe sede ottimale per risolvere in parte la situazione di handicap con cui si trova a dover convivere Massimo - di pertinenza del Comune. Attesa la gravità della situazione – pensate a cosa accadrebbe a Massimo in caso di terremoto o di problemi alla staticità dello stabile, dato che è impedito assolutamente a fuoriuscirne – diventa URGENTE e NECESSARIO, e preso atto della disponibilità diversa che non manca, che chi di competenza provveda a questa nuova assegnazione per Massimo, ed è questo che la Segreteria Provinciale del MSI-FT chiede affinchè il suo Diritto alla Vita venga tutelato e reso concreto.

Con l’occasione si comunica che a datare dall’1 novembre 2020, ovvero da altra data ch si renderà possibile a causa dei provvedimenti governativi per il contenimento del Covid 19, nei mercatini settimanali del territorio provinciale ( sicuramente Catanzaro, Borgia, Soverato, Caraffa, Cortale e Girifalco) la Fiamma Tricolore, fedele ai suoi principi “Tra la Gente, Con la Gente, Per la gente”, sarà presente con la “Bancarella Sociale” dove chi ne ha bisogno troverà esposto e potrà ricevere gratuitamente vestiario nuovo o seminuovo (usato appena) con cui alleviare i grossi problemi creati, o almeno dilatati, alla popolazione da questa crisi pandemica.

Lorenzo SCARFONE

Segretario Provinciale del Movimento Sociale Italiano-Fiamma Tricolore

Condividi su Condividi http://www.radiogammanostop.it/News/generiche/35675/msift-nei-mercatini-settimanali-presenti-con-la-bancarella-sociale su Facebook Condividi http://www.radiogammanostop.it/News/generiche/35675/msift-nei-mercatini-settimanali-presenti-con-la-bancarella-sociale su Twitter
Diretta Radio
contattaci per questo spazio 0965.812883
Croce Italiana
Infoitalia Servizi
Music City On Air
Radio Gamma
Spacca Napoli
News