seguici su: Facebook Twitter RSS
Venerdi, 21 Giugno 2024 ore
11-12-2022 17:02 COMO - REGGINA 0-1: vittoria di rigore, amaranto corsari
COMO - REGGINA 0-1: vittoria di rigore, amaranto corsari

Como (4-3-3): Ghidotti; Vignali, Odenthal, Binks, Ioannau; Faragò, Bellemo, Arrigoni; Cutrone, Cerri, Mancuso. In panchina: Bolchini, Vigorito, Cagnano, Da Riva, Gabrielloni, Blanco, Scaglia, Celeghin, Ba, Delli Carri, Ambrosino. Allenatore: Moreno Longo.

Reggina (4-3-3): Colombi; Pierozzi, Cionek, Gagliolo, Di Chiara; Majer, Crisetig, Hernani; Ricci, Gori, Cicerelli. In panchina: Aglietti, Ravaglia, Bouah, Camporese, Giraudo, Liotti, Loiacono, Fabbian, Lombardi, Canotto, Ménez, Rivas. Allenatore: Filippo Inzaghi.

Arbitro: Ivano Pezzuto di Lecce. AssistentiDario Cecconi di Empoli e Filippo Bercigli di Firenze. 

IV ufficialeAntonio Rapuano di Rimini. 

VAR: Aleandro Di Paolo di Avezzano. A-VAR: Giuseppe Marco Macaddino di Pesaro.

 

Ammonizioni: 38’ Vignali; 67’ Menez; 77’ Bellemo; 91’ Gagliolo; 97’ Cutrone; 98’ Colombi

 

Marcature: 78’ Hernani;

 

Espulsioni:

 

 

CRONACA:

 

La Reggina deve rialzarsi dopo il brutto tonfo casalingo col Frosinone. Al Giuseppe Sinigaglia di Como affronterà un avversario desideroso di punti vitali per la salvezza. Numerosi cambi e significativi nell’11 titolare di Mister Inzaghi: Cionek per Camporese, torna Crisetig dal primo al posto di Fabbian, attacco completamente variato con Gori punta, Cicerelli e Ricci ai lati. Si schiera a specchio il Como, 4-3-3 per Mister Longo, Mancuso-Cutrone-Cerri il temibile fronte offensivo dei comaschi, torna Ghidotti in porta, a sua difesa gli arcigni Binks e Odenthal.

 

PRIMO TEMPO:

Sembra volenterosa la Reggina, prima conclusione dopo 2 minuti di gioco, con Ricci che calcia male dai 25 metri. Il Como sovente sceglie la via della verticalizzazione veloce verso le punte, lasciando il palleggio agli amaranto. Dal nulla arriva un’occasione per il Como, con Cerri che in girata prova a sorprendere la difesa, mura la retroguardia amaranto che si rifugia in rimessa laterale. Squillo al minuto 12 della Reggina, tentativo dalla distanza di Majer, servito da Cicerelli, la sfera non scende abbastanza e si spegne sopra la traversa. Cicerelli sull’out sinistro fa partire un cross a mezza altezza, Ricci prende spazio in area anticipando Binks, in sforbiciata centra la porta, parata decisiva di Ghidotti che mantiene il risultato sullo 0-0. Traversone dalla destra offensiva per il Como, Ioannau si ritrova il pallone tra i piedi, la sua conclusione non è convinta, la difesa amaranto libera l’area a fatica allontanando il pericolo al 21esimo. Clamorosa occasione per il Como, pasticcio tra i centrali difensivi amaranto, Cutrone dribbla Gagliolo e serve Mancuso, a porta vuota l’attaccante comasco conclude clamorosamente a lato. Ci prova Cicerelli, servito da Gori si accentra e dai 20 metri prova ad angolare il destro, lo fa ma troppo, palla ampiamente a lato. C’è confusione nella manovra offensiva della Reggina, con scelte spesso infelici da parte dei propri effettivi. Bel filtrante alto di Crisetig che cerca l’inserimento in area di Di Chiara, Faragò si oppone e concede il corner agli amaranto. Sugli sviluppi di due angoli consecutivi, arriva la conclusione di Crisetig che centra lo specchio della porta senza angolare abbastanza, para facilmente Ghidotti. Si chiude senza altri sussulti la prima frazione di gara.

 

SECONDO TEMPO:

Si riparte con le stesse formazioni del primo tempo. Subito punizione in favore della squadra di casa, battuta corta e cross verso Odenthal, non ci arriva l’olandese, si riparte dalla rimessa dal fondo. Prova il break Ricci, sfida il diretto avversario, si sovrappone Pierozzi ma l’ala preferisce Majer centralmente, scelta infelice vista la marcatura stretta sul compagno, può ripartire il Como. Gori non è proprio in partita, sbagliando tutti i palloni transitati nella sua disponibilità, di contro Cutrone fa valere la sua esperienza recuperando palloni importanti e guadagnandosi falli in grado si spezzare il ritmo partita e creare occasioni offensive. Sugli sviluppi di un corner in favore della Reggina arriva la conclusione volante di Ricci che per poco non si infila sotto il sette, una deviazione salva la porta difesa da Ghidotti. Primo cambio varato da Inzaghi al 59esimo, dentro Menez e fuori un impalpabile Gori. Cutrone infiamma il Sinigaglia, sombrero su Gagliolo, entra in area di rigore, è troppo defilato ma prova comunque a sorprendere Colombi, che para spedendo in angolo. Sugli sviluppi, deviazione e sfera fra i piedi di Cutrone, prova il piattone sul palo lontano, una deviazione alza un campanile e Binks tutto solo spara incredibilmente a lato, tremano gli amaranto al 64esimo. Nervosismo tra Cerri e Cionek, il brasiliano accusa l’attaccante di aver simulato, il signor Pezzuto deve separarli. Momento di annebbiamento per la Reggina, col Como che continua ad accumulare occasioni su cross sparati dentro. Continua il forcing, Cutrone su tutti si fa notare per la sua qualità, tenuto in gioco da Di Chiara, prova il tiro cross, sfiora Cerri e Colombi battuto può solamente vedere il pallone uscire a fil di palo. Altri due cambi per Inzaghi al 73esimo, Rivas, Fabbian e Canotto per Cicerelli, Crisetig e Ricci. Da un corner a favore della Reggina arriva la conclusione violenta di Di Chiara, si oppone Bellemo però con un braccio, dopo la revisione VAR viene confermato il calcio di rigore per gli ospiti. Dal dischetto va Hernani, spiazza Ghidotti e porta in vantaggio la Reggina al 78’ minuto. Longo decide di effettuare i primi cambi vista la necessità di recuperare dallo svantaggio, dentro Da Riva e Blanco per Arrigoni e Faragò. Non ci sta il Como, Mancuso va sul fondo e tira verso la porta, deviazione di Colombi e per poco non arriva Bellemo sulla respinta. Cambio a sorpresa di Inzaghi, esce Rivas entrato 10 minuti prima, dentro Camporese, non ne sarà felice l’honduregno. Rischia il tutto per tutto Longo, entra anche Gabrielloni per Ioannau aumentando il peso offensivo e sbilanciando la squadra. Occasione per il Como, Gagliolo commette fallo al limite dell’area, punizione dai 25 metri al 92esimo. Blanco sul pallone spreca tutto sparando altissimo. Nonostante il forcing nei 6 minuti di recupero concessi dall’arbitro, il Como non riesce a trovare il goal del pareggio ed anzi si macchia di un nervosismo oltremodo fuori luogo. Risultato finale, Reggina supera il Como per 0-1.

 

Partita sofferta ma arrivano i 3 punti grazie al calcio di rigore di Hernani. C’è poco da salvare, dalle scelte di Inzaghi alla prestazione di Gori, ma l’importante è aver rialzato la testa dopo la brutta sconfitta col Frosinone. La classifica sorride, ma i problemi rimangono.

 

Antonio Agostino

Condividi su Condividi http://www.radiogammanostop.it/News/primo-piano/37115/como-reggina-01-vittoria-di-rigore-amaranto-corsari su Facebook Condividi http://www.radiogammanostop.it/News/primo-piano/37115/como-reggina-01-vittoria-di-rigore-amaranto-corsari su Twitter
Diretta Radio
Music City On Air
Spacca Napoli
Radio Gamma
contattaci per questo spazio 0965.812883
Croce Italiana
Infoitalia Servizi
News