seguici su: Facebook Twitter RSS
Venerdi, 1 Luglio 2022 ore
12-03-2022 16:00 REGGINA - PERUGIA 0-1: Burrai gela il Granillo nel recupero
REGGINA - PERUGIA 0-1: Burrai gela il Granillo nel recupero

Reggina (3-5-2): Micai; Cionek, Amione, Di Chiara; Giraudo, Hetemaj, Crisetig, Folorunsho, Lombardi; Bellomo, Montalto. A disposizione: Aglietti, Turati, Adjapong, Franco, Loiacono, Stavropoulos, Bianchi, Ejjaki, Kupisz, Rivas, Galabinov, Tumminello. Allenatore: Stellone.

Perugia (3-4-1-2): Chichizola; Sgarbi, Angella, Dell'Orco; Falzerano, Segre, Burrai, Beghetto; D'Urso; Olivieri, De Luca. A disposizione: Moro, Zaccano, Matos, Ghion, Curado, Santoro, Ferrarini, Zanandrea, Lisi. Allenatore: Alvini.

Arbitro: Antonio Rapuano di Rimini. Assistenti: Marco Scatragli di Arezzo e Alessio Saccenti di Modena.

VAR: Ivano Pezzuto di Lecce.  A-VAR: Vito Mastrodonato di Molfetta.

IV ufficiale: Francesco Carrione di Castellammare di Stabia.

Ammonizioni: 23’ D’Urso; 39’ Burrai; 54’ Crisetig; 64’ Tumminello; 77’ Cionek; 81’ Bianchi

Espulsioni:

Marcature: 92’ Burrai


Cronaca:

Reggina in fiducia di forma e risultati, proverà quest’oggi a conquistare una vittoria significativa, l’obiettivo è tornare in corsa playoff accorciando su una diretta concorrente. Ancora 3-5-2 per Mister Stellone, si rivede Cionek in difesa, partono dal primo minuto Giraudo e Lombardi sugli esterni, Bellomo a sorpresa la spalla di Montalto in attacco. Anche Alvini schiera il suo Perugia con la difesa a 5, Oliveri già a segno nell’ultima sfida col Lecce, tenterà di ripetersi quest’oggi al Granillo.


Primo Tempo:

Prima fase di match combattuta, i duelli a centrocampo sono la chiave della contesa. Il Perugia ci mette aggressività, non sempre in modo pulito, ma la Reggina non si intimorisce e prova a colpire sfruttando l’ottimo momento delle corsie laterali. Non affondano con convinzione le squadre, prolungata fase di studio, si attende l’episodio giusto per colpire. Diventa pericolosa la Reggina, soprattutto quando al 19esimo, si procura un doppio corner a favore, svetta Amione in mezzo all’area, palla di poco lontana dall’incrocio dei pali. Risponde il Perugia, azione prolungata di D’Urso che va al cross al centro, Di Chiara respinge centrale, Burrai si coordina e scocca il destro al volo dai 20 metri, bravo Micai nella respinta e pericolo sventato. Povero lo spettacolo offerto al pubblico quest’oggi, si continua con decisi interventi al limite del regolamento, gara che stenta ad accendersi soprattutto a causa delle continue interruzioni da parte dell’arbitro. Per rivedere una conclusione dobbiamo attendere il 46esimo, quando Folorunsho decide di mettersi in proprio tentando la fortuna dai 25 metri, palla abbondantemente lontana dallo specchio della porta. Dopo 2 minuti di recupero, si va negli spogliatoi sul risultato di 0-0.


Secondo Tempo:

Si ricomincia col primo cambio della partita, Matos sostituisce D’Urso, Perugia che aumenta il peso offensivo. Sono messi meglio in campo gli umbri, le sortite offensive sono impostate in modo ordinato e con automatismi giusti. Cionek in difficoltà sui diretti avversari, non ha trovato sinora grande assistenza da parte di Giraudo. Stellone decide dunque di attingere ai cambi per cambiare l’indirizzo della partita, Adjapong, Tumminello ed il rientrante Rivas, sostituiranno Lombardi, Montalto e Bellomo. Clamorosa occasione per il Perugia, lancio lungo poco accurato al 62esimo, il rimbalzo del pallone inganna però Micai, che scavalcato dal pallone lascia la porta sguarnita, sul pallone si avventa Olivieri, incredibilmente calcia la palla debolmente sul fondo, disperazione per Alvini in panchina, profondo sospiro di sollievo per Stellone. Dopo il mancato vantaggio esce proprio uno sconsolato Olivieri, dentro Santoro. Hetemaj gestisce un buon pallone a centrocampo e verticalizza, il pallone messo di prima al centro da Rivas, aggancia Tumminello che calcia da terra, opposizione di Chichizola in angolo. Sugli sviluppi del corner, colpo di testa di Cionek ed ancora Chichizola a salvare il risultato mantenendo la sfida in parità. Cambio varato da Stellone al 74esimo, entrerà Bianchi, classica staffetta con Hetemaj. Continuano a duellare duramente a centrocampo, il Perugia sembra avere la meglio dal punto di vista dell’agonismo, ma la Reggina resiste alle offensive umbre. Ci prova Segre all’88esimo, ma la sua conclusione non può impensierire Micai. Saranno 5 i minuti di recupero, si attende l’episodio che rompa l’equilibrio del match. Come un fulmine a ciel sereno arriva la doccia gelata per la Reggina, Burrai su punizione diretta scocca una conclusione precisa e violenta, imparabile per Micai, Perugia in vantaggio al 92’ minuto.


Perugia che espugna il Granillo con una giocata nei minuti di recupero, punendo esageratamente una Reggina poco incisiva ma che aveva tenuto bene il campo e combattuto ad armi pari con gli ospiti. Brutto risultato in ottica playoff, mancando l’aggancio con la diretta concorrente, ci si aggrappa alla matematica.

Antonio Agostino

Condividi su Condividi http://www.radiogammanostop.it/News/primo-piano/37057/reggina-perugia-01-burrai-gela-il-granillo-nel-recupero su Facebook Condividi http://www.radiogammanostop.it/News/primo-piano/37057/reggina-perugia-01-burrai-gela-il-granillo-nel-recupero su Twitter
Diretta Radio
contattaci per questo spazio 0965.812883
Croce Italiana
Infoitalia Servizi
Music City On Air
Radio Gamma
Spacca Napoli
News